Vittoria con beffa: il Beretta Famila Schio batte l'Uni Spar Girona 77-74, ma non riesce a ribaltare la differenza canestri dell'andata (-4). Sfuma il traguardo qualificazione ai quarti di EuroLeague Women per le "Orange".

Una sfida equilibrata quella del PalaRomare, l'ultima di un'intesa tre giorni: partenza difficile per Schio che subisce subito un 2-9 chiuso da Gray, riprende il match grazie a Gruda e Achonwa ma poi prende un altro break di 0-8 per chiudere sul 16-28 il primo periodo. Non cambia la musica nel secondo quarto con le spagnole che si portano addirittura sul +14 (18-32), salvo subire il rientro delle scledensi che limitano il danno sul -6 all'intervallo.

Decisamente meglio la terza frazione per Schio, che trova tanti punti importanti dalle sue lunghe, in particolare Achonwa, che dà il +7 a 5' dalla fine del parziale. Girona, pur nel nervosismo del momento (espulso l'allenatore Alfred Bosch) però non molla e anzi chiude in crescita il quarto, con cinque punti di fila di Araujo per il 56-55. Nell'ultima frazione Sottana firma il +7 Famila: da lì in poi gli ultimi minuti si giocano sul filo della differenza punti, con Girona che risponde colpo su colpo. Gray firma il -2, Achonwa riporta la "parità", dall'altra parte gioco da tre punti di Eldebrink poi Sottana rimette a posto le cose con la tripla: si decide tutto negli ultimi possessi, Reisingerova (19 a fine gara) fa 1/2 dai liberi e dall'altra parte Achonwa (comunque grandissima gara per lei, 28 punti) manca di pochissimo il canestro della qualificazione.

Vince Schio, 77-74, ma passa Girona, lasciando tanta amarezza sul volto delle scledensi, fuori dai quarti per questione di centimetri e dettagli.

Beretta Famila Schio-Uni Spar Girona 77-74

(Foto FIBA)

Title Sponsor Serie A1
Partner
Partner Tecnici
Media Partner