11 febbraio 2019
Tweet
Share on Facebook

Tre squadre in testa al Girone Nord, tre squadre dietro alla capolista Campobasso nel Girone Sud dopo il diciannovesimo turno della Sorbino Cup A1.
La sconfitta di Alpo 51-60 per mano di Castelnuovo Scrivia (19 Pieropan, 16 Colli), pur priva di Corradini e Stoiedin, ferma la corsa della formazione veneta, che viene raggiunta in testa alla classifica. A quota 32 ci sono anche Crema, che supera 33-61 la Pall. Bolzano (12 Parmesani, 11 e 10 rimbalzi di Blazevic), e Costa Masnaga, che passa senza problemi dentro casa contro Carugate, 68-51 il finale: 17 per Rulli, 15 per Vente, 13 in uscita dalla panchina di Tibè. Dietro il trio di testa, oltre a Castelnuovo, mantiene un buon ritmo Moncalieri, che passa agevolmente su Marghera per 51-35 con la solita prova maiuscola di Grigoleit, 12 punti, 13 rimbalzi e 6 recuperi. A -2 dal duo piemontese c’è Udine che ottiene l’ottava vittoria consecutiva: la vittoria 45-61 (Ljubenovic 20) sul campo del B.C. Bolzano è un sigillo importante per la formazione friulana, che “rovina la festa” per il debutto di Ress (13 punti e 7 rimbalzi) alle bolzanine. In zona Playoff mantiene stretta la settima posizione Vicenza, che passa con un’ottima prova a San Martino di Lupari 39-57 (Stoppa 16 punti e 6 assist). Il resto del programma vede due risultati importanti in orbita salvezza: la vittoria 51-85 di Albino sul campo di Milano consente al Fassi di agganciare quota 12 e ottenere un’importante iniezione di morale, grande prestazione di Brcaninovic con 27 e 12 rimbalzi. Anche per Ponzano successo pesantissimo: 60-68 sul campo di Varese, le venete vanno a +4 su Pall. Bolzano e +6 sempre sulle varesine, respirando in classifica. Grande esordio per la novità Ciabattoni, 28 punti e 8 rimbalzi.

Nel Girone Sud sempre salda la leadership di Campobasso, che s’impone senza difficoltà sull’Elite Roma col punteggio di 78-41 (18 di Ciavarella, 15 per Bove): dietro le molisane, sono in tre le inseguitrici, complice la sconfitta di Palermo che perde terreno lasciando la vittoria 64-67 al Cus Cagliari: maiuscole prove per Striulli (21 punti e 15 rimbalzi) e Favento (20, 6/11 da tre). La Spezia e Faenza ringraziano, perché le liguri superano senza difficoltà la Nico Basket Femminile per 60-36 (12 punti per Templari) mentre le romagnole fanno una grande impresa violando il sinora imbattuto PalaMorandi di Umbertide: 61-65 il risultato in favore della formazione bianconera, che può contare su una prestazione stellare di Morsiani, 18 punti e ben 11 falli subiti. Tutte le altre formazioni in zona Playoff escono dal diciannovesimo turno con una vittoria: bene San Giovanni Valdarno, 72-48 sulla Medoc Forlì (17 e 11 rimbalzi per Di Costanzo); Selargius viene fuori con un break di 26-9 nell’ultimo quarto contro Savona, decisiva la prova da 20 punti e 10 rimbalzi di un’ottima Brunetti. Ininfluente per la classifica dunque la vittoria di Civitanova Marche per l’aggancio ai Playoff: nonostante il 59-39 su Athena Roma, con 22 punti della capitana Perini, le marchigiane rimangono ancora dietro le dirette avversarie.

(Foto di Sara Annichini - Delser Crich LBS Udine)

Area Comunicazione LBF

PARTNER